Erika muore dopo il parto in un ospedale di Roma: 9 medici indagati

HuffPost

Erika De Leo, una giovane mamma romana di 31 anni, è morta dopo aver dato alla luce la sua secondogenita, nata prematura. La tragedia si è consumata in un ospedale romano, il Sant’Eugenio, dal quale ora la famiglia si aspetta chiarezza.

A poche ore dal parto, avvenuto il 5 novembre, Erika è deceduta. Era alla ventinovesima settimana di gravidanza quando ha iniziato ad accusare dolori e perdite di sangue. Subito soccorsa in ospedale, ha partorito alle 18.30, ma alle 23 del giorno stesso ha subito un arresto cardiaco. 

Nel registro degli indagati, come di rito, è stata iscritta l’equipe medica che ha effettuato il parto, con l’ipotesi di omicidio colposo. I medici indagati sono nove. Secondo le prime ricostruzioni, la donna avrebbe avuto un’emorragia durante il parto, ma è ancora da stabilire da cosa sia stata provocata. 

I familiari non si danno pace per la morte prematura della giovane, già madre di un’altra bambina: “Vogliamo solo capire come e perché è morta. Lo dobbiamo alle bambine”, hanno dichiarato. 

Continua a leggere su HuffPost