Eriksen potrebbe giocare in Inghilterra se supera valutazione cardiaca

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Londra, 30 ott. (Adnkronos) – Il centrocampista dell'Inter Christian Eriksen potrebbe riprendere la sua carriera calcistica in Inghilterra se dovesse superare una valutazione da parte di un cardiologo sportivo che agisce per conto della Football Association. Il 29enne centrocampista non gioca da quando ha subito un arresto cardiaco durante la partita di apertura di Euro 2020 della Danimarca con la Finlandia il 12 giugno. Eriksen è svenuto durante la prima metà della partita a Copenaghen e ha richiesto l'uso di un defibrillatore in campo prima di essere trasferito in un ospedale locale dove alla fine è stato dichiarato in condizioni stabili. Sei giorni dopo l'ex giocatore del Tottenham è stato dotato di un cardioverter-defibrillatore impiantabile, una sorta di pacemaker, che gli impedisce di poter giocare in Italia dove gli atleti non possono gareggiare con un defibrillatore cardiaco impiantato.

Anche se nulla è stato deciso dall'Inter o da Eriksen sul suo futuro, se il nazionale danese volesse tornare in azione sembra destinato a dover entrare in un campionato in cui può giocare con un ICD, come è anche il caso del difensore dell'Ajax Daley Blind, e la Premier League potrebbe essere un'opzione. "Per quanto riguarda Christian Eriksen che potrebbe giocare in Inghilterra, è impossibile commentare le sue circostanze individuali senza conoscere la sua condizione e i rischi ad essa associati. Come sempre, qualsiasi valutazione sarebbe su base individuale", ha detto un portavoce della FA all'agenzia PA.

"In Inghilterra, qualsiasi giocatore che ha uno screen cardiaco anormale o che sviluppa un problema cardiaco sarebbe valutato da un cardiologo sportivo. Questo sarebbe anche fatto in collaborazione con il medico della squadra che di solito si occupa dei giocatori. Il cardiologo esaminerebbe le circostanze individuali e il rischio che circonda il giocatore e prenderebbe una decisione se il giocatore può continuare a giocare o dovrebbe smettere". "La FA non vieta a qualcuno di giocare sulla base di uno screen cardiaco", ha continuato un portavoce della FA. Ogni rischio è per il giocatore stesso e non per gli altri in campo, quindi è una decisione individuale che il giocatore prende con il supporto e i consigli di coloro che sono responsabili del suo benessere medico personale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli