Ermini: pareri Csm su riforme giustizia evitano ricadute negative

Red/Sav

Roma, 1 feb. (askanews) - I pareri del Consiglio superiore della magistratura resi sui disegni di legge in materia di giustizia e organizzazione giudiziaria "sono stati formulati nella prospettiva di una proficua interlocuzione istituzionale, al fine di rilevare - nel rispetto dell'intento riformatore perseguito dal legislatore - le criticità incompatibili con l'assetto ordinamentale o con le prerogative costituzionali del CSM, e di suggerire le integrazioni necessarie a scongiurarne eventuali ricadute negative sulla tempestività ed incisività dell'azione giudiziaria". Così il vicepresidente del Csm David Ermini, all'apertura dell'anno giudiziario a Perugia.