Erri De Luca: "Le sardine sono movimento costituzionalista"

Luciana Matarese
Erri De Luca - Una manifestazione delle Sardine

Più che di sinistra, per Erri De Luca quello delle Sardine è “un movimento costituzionalista”. “Secondo me - ragiona - la parola “sinistra” gli sta stretta, relegarlo solo in quella parte politica, non lo comprende del tutto, ne scatta una fotografia parziale”. Lo scrittore napoletano, poeta e traduttore, conosciuto per la potenza evocativa dei suoi scritti e anche per l’impegno come volontario e attivista - la battaglia contro la Tav, che gli è valsa anche un processo, conclusosi con l’assoluzione - ha annunciato che sabato sarà in piazza San Giovanni per partecipare alla prima manifestazione nazionale del fronte anti sovranista riunitosi per la prima volta a Bologna il 14 novembre e da allora, via via, in centinaia di altre piazze del Paese. “Le Sardine intendono applicare la Costituzione, che è antifascista e vieta il razzismo”, scandisce per spiegare meglio la sua definizione. E aggiunge: “Si tratta di far vivere in piazza, in questo momento particolare, la Costituzione”.

De Luca, ha annunciato che sabato andrà a Piazza San Giovanni per rendersi conto di persona, “percepire” il movimento delle Sardine.


“Sì fino ad ora ho seguito, mi sono informato attraverso la televisione, che letteralmente vuol dire “visione da lontano”. Per me, per capirci qualcosa, questo è insufficiente. Ogni volta in cui mi sono impicciato dei movimenti, ho sentito l’esigenza di essere presente, ascoltare di persona. Mi è stato chiesto di intervenire, ma non credo lo farò. Vado lì ad ascoltare, ad imparare un nuovo modo di stare in piazza perché è di questo che si tratta”.

Si continua ad associare questo movimento alla sinistra, ma intanto sono arrivati manifestazioni di interesse e endorsement anche dalla destra. E Casapound ha dichiarato che sabato sarà a Piazza San Giovanni.


“Le parole arrivate da quest’ultima parte che ha nominato mi sembrano un annuncio di infiltrazione ostile, che in genere si realizza senza annuncio”.

E invece...

Continua a leggere su HuffPost