Eruzione vulcano alle Canarie, nuova colata di lava verso il mare

·1 minuto per la lettura
featured 1521416
featured 1521416

La Palma, 2 ott. (askanews) – Un nuovo flusso di lava è emerso dal vulcano Cumbre Vieja in eruzione da giorni sull’isola spagnola di La Palma, alle Canarie. La nuova fuoriuscita di roccia fusa è iniziata intorno alle 2:30 del mattino e proviene da una nuova spaccatura sul lato del vulcano. I video pubblicati dall’Istituto Vulcanico delle Canarie (Involcan) mostrano il flusso incandescente che si muove sulla terra carbonizzata, formando un’enorme piattaforma di magma che scende nell’Oceano Atlantico.

Dopo che la lava ha raggiunto il mare i livelli di diossido di zolfo nocivo sono aumentati a Tazacorte, il villaggio più vicino a dove è avvenuto l’incontro giudicato “ad alto pericolo” dagli scienziati tra l’acqua e il flusso bollente. Secondo il quotidiano spagnolo El Pais, 3.500 persone sono state confinate in casa per il peggioramento della qualità dell’aria, con alti livelli di tossicità.

Cumbre Vieja ha iniziato a eruttare il 19 settembre e finora ha espulso 80 milioni di metri cubi di lava. Un volume doppio di quello che il vicino vulcano Teneguia sprigionò nel 1971 durante un’eruzione che durò però il doppio del tempo. Finora non ci sono stati morti o feriti anche se circa 6.000 degli 85.000 abitanti di La Palma sono stati evacuati. Circa 870 edifici sono stati distrutti e 358 ettari di terreno sono stati ricoperti di lava.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli