Eruzione vulcano Tonga rilevata anche dall'Italia

·1 minuto per la lettura
Eruzione Tonga Italia
Eruzione Tonga Italia

Quello che ha interessato il nostro Paese è stato un fenomeno più unico che raro. La violenta onda d’urto generata dal vulcano sottomarino al largo dell’isola di Tonga è riuscita a percorrere tutto il globo, raggiungendo il nostro Paese. A riportarlo è la pagina Facebook “Emilia-Romagna Meteo” che ha spiegato che l’onda d’urto è stata rilevata dal barometro di Campogalliano in provincia di Modena poco dopo le ore 21.00 di sabato 15 gennaio.

Eruzione Tonga Italia, come è stato reso possibile questo fenomeno

Il dettaglio che forse ha attirato maggiormente l’attenzione su questo fenomeno è stato il tempo che ha impiegato per raggiungere il nostro Paese. Sempre stando a quanto rende noto la pagina “Emilia-Romagna Meteo”, ci sono volute infatti ben 16 ore e un tempo di percorrenza di 17 mila chilometri prima che il barometro di Campogalliano potesse rilevare l’onda d’urto. Ad ogni modo è stato precisato che questo fenomeno “non comporta per noi nessun problema”.

Eruzione Tonga Italia, il commento del meteorologo Lorenzo Catania

Nel frattempo il meteorologo Lorenzo Catania, si legge dalla pagina Facebook “Chi ha paura del buio?“, ha fornito un’esauriente spiegazione di che tipo di fenonemo abbiamo assistito in Italia: “si è verificata una potente esplosione nell’isola di Hunga Tonga, nell’arcipelago delle Isole Tonga, quasi agli antipodi rispetto all’Italia. Talmente forte da produrre un’onda d’urto che ancora adesso – dopo ormai 18 ore circa – sta solcando tutto il globo terracqueo”.

Eruzione Tonga Italia, Lorenzo Catania: “Attorno alle ore 21.00 – 21.05, l’onda d’urto ha attraversato il territorio italiano”

L’esperto ha poi proseguito spiegando cosa è successo nel momento in cui l’onda d’urto è stata registrata anche da noi: “Ha attraversato anche il territorio italiano facendosi notare su tutti i barometri delle varie stazioni meteorologiche per un balzo istantaneo della pressione, dell’ordine di 1,5-2 hPa (una cosa come il 2 per mille del suo valore assoluto). È durato poco, il tempo di un’esplosione, appunto; poi i valori sono tornati quelli precedenti. In realtà c’è stato un piccolo rimbalzo verso il basso; lo stesso che si registra al passaggio di un’onda quando siamo immersi in mare. Provate a farci caso; succede spesso”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli