ESA lancia nello spazio la Barbie @AstroSamantha

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 ott. (askanews) - In occasione della Settimana Mondiale dello Spazio 2021 dedicata alle "Donne nello spazio", ESA e Mattel hanno annunciato il lancio di una Barbie Samantha Cristoforetti, per contribuire a incoraggiare le ragazze a diventare la futura generazione di astronaute, ingegnere e scienziate spaziali. Prodotta in precedenza come pezzo unico, la nuova Barbie Samantha Cristoforetti è ora disponibile in tutta Europa. Parte dei proventi delle vendite della nuova Barbie - informa l'ESA - sarà donata all'organizzazione Women in Aerospace Europe, per ispirare le generazioni future attraverso la creazione di una borsa di studio.

La partnership ESA/Barbie risale al 2019, quando la Communications Partnerships Unit dell'ESA ha organizzato l'utilizzo da parte di Barbie Mattel Italia di due figure uniche di Samantha Cristoforetti per promuovere il loro "Dream Gap Project" a lungo termine. Questo progetto è incentrato su una ricerca che mostra come, per via di stereotipi culturali e rappresentazioni mediatiche, le giovani ragazze cominciano a pensare, crescendo, di non essere adatte ad alcuni tipi di attività. La ricerca mostra inoltre che le donne sono ancora poco rappresentate nelle carriere STEM e che, anche in giovane età, le ragazze affermano che si sentono meno sicure delle loro abilità matematiche a scuola. Ciò significa perdere potenziali opportunità di carriere appaganti e ben retribuite nel settore.

Da più di 55 anni Barbie incoraggia le ragazze a intraprendere carriere nello spazio: la prima Barbie astronauta ha "camminato sulla Luna" nel 1965. Barbie è stata astrofisica, scienziata spaziale e astronauta, e tutte le bambole sono state create in base a modelli di vita reale - come Sally Ride della NASA, Anna Kikina di Roscosmos e ora Samantha Cristoforetti dell'ESA.

La continuata collaborazione con Barbie vede la versione in miniatura di Samantha partecipare a un volo parabolico, oltre a risorse didattiche per genitori e insegnanti prodotte in collaborazione con l'ESA, per mettere in evidenza le diverse professioni dello spazio e per insegnare di più sullo spazio ai bambini e alle bambine della scuola primaria. Un nuovo aspetto della collaborazione - conclude l'ESA - è la creazione di una borsa di studio, disponibile grazie a Women in Aerospace Europe, un'organizzazione internazionale senza scopo di lucro con sede nei Paesi Bassi, la cui missione è promuovere la diversità e l'eccellenza nel settore aerospaziale europeo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli