ESCLUSIVA - Amazon cerca accordo con antitrust Ue su indagini a suo carico - fonti

·1 minuto per la lettura
Il logo Amazon presso gli uffici dell'azienda a Bangalore

BRUXELLES (Reuters) - Amazon lavora per trovare una soluzione in merito a due indagini condotte dall'antitrust Ue per evitare potenziali e ingenti multe e direttive invadenti che potrebbero richiedere all'azienda di modificare le proprie pratiche commerciali.

È quanto riferito da persone vicine alla situazione.

Nel novembre dello scorso anno la Commissione europea ha accusato il primo retailer online al mondo di sfruttare la propria grandezza, il potere e i dati di cui è in possesso per ottenere un vantaggio sleale sui rivenditori più piccoli che utilizzano la piattaforma online per vendere i propri prodotti.

Bruxelles ha inoltre avviato un'indagine in merito a un possibile trattamento preferenziale da parte di Amazon nei confronti del proprio catalogo di offerte e di quello dei rivenditori che utilizzano i servizi di logistica e consegna dell'azienda.

Amazon è impegnata in colloqui preliminari con il garante della concorrenza Ue e ha offerto concessioni per rispondere ai timori dell'antitrust, secondo quanto riferito dalle fonti.

I colloqui per la risoluzione delle controversie possono richiedere mesi prima di essere conclusi, senza alcuna garanzia che le parti raggiungano un accordo.

La Commissione, che può multare le aziende fino al 10% del fatturato globale - che nel caso di Amazon arriverebbe a 38,6 miliardi di dollari sulla base dei ricavi dello scorso anno - non ha commentato.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli