ESCLUSIVA - Covid, decisione Ema su terza dose Pfizer attesa a inizio ottobre - fonte

·1 minuto per la lettura
Una siringa inserita in una fiala davanti al logo Pfizer

MILANO (Reuters) - L'Ema comunicherà la sua decisione sul possibile uso di una terza dose del vaccino anti Covid di Pfizer-BioNTech a inizio ottobre. Lo ha detto a Reuters una fonte a diretta conoscenza del dossier.

Si tratterà della prima decisione dell'autorità europea dei farmaci sui richiami dei vaccini contro il coronavirus, dopo che l'autorità Usa Fda ha autorizzato ieri la terza dose del vaccino Pfizer per le persone sopra i 65 anni, tutte le persone a rischio di contrarre la malattia grave, e quelle regolarmente più esposte al virus.

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) il 9 settembre aveva dato parere favorevole alla terza dose di vaccino anti Covid-19 per i pazienti immunodepressi, le persone ultraottantenni, gli ospiti delle Rsa e i sanitari impegnati nei reparti a maggior rischio.

"La decisione sulla terza dose di Pfizer è attesa all'inizio di ottobre", ha detto la fonte.

Pfizer non ha commentato, mentre non è stato possibile al momento raggiungere BioNTech per un commento.

L'Ema aveva comunicato lo scorso 6 settembre di aver iniziato la sua valutazione dei dati inviati da Pfizer e BioNTech per una terza dose da somministrare sei mesi dopo la seconda dose in persone dai 16 anni in su.

Anche Moderna dovrà inviare nel corso del mese i suoi dati all'Ema sulla sua terza dose, secondo quanto emerge da un documento Ue.

(Emilio Parodi e Francesco Guarascio, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli