Escluso da gita perché non andava bene a scuola, dopo 12 anni fa causa

webinfo@adnkronos.com

Escluso dalla gita scolastica ad Amsterdam a causa del rendimento scadente, dopo 12 anni un ex studente porta in tribunale il liceo 'Città di Piero della Francesca' di Sansepolcro (Arezzo) chiedendo 400mila euro di risarcimento danni. Un trauma che, oltre a farlo sentire discriminato, sarebbe stato la causa di successivi contrasti con l'istituto.  

Protagonista del caso, secondo quanto riferisce il 'Corriere di Arezzo', Endri Begaj, all'epoca 20enne, che con l'avvocato Gabriele Magrini è riuscito a ribaltare in corte d'appello a Firenze la situazione processuale. 

Stando alle parole dei giudici, il caso dovrà essere trattato nel merito dal tribunale civile ordinario. La prima udienza nel 2020. Nel frattempo, alla scuola e al ministero, controparti dell'ex studente, toccherebbe pagare le spese legali in base alla sentenza recente. Il caso di Sansepolcro ebbe eco nazionale. La decisione di escludere il ventenne dalla gita ad Amsterdam sarebbe stata poi motivata dal suo pessimo rendimento scolastico: stando a casa avrebbe avuto del tempo per studiare. 

Successivamente, la dirigenza della scuola si rifiutò di riaprire le porte allo studente anche in presenza di una diffida dell'ufficio scolastico regionale.