Escort positiva. Il sindaco di Modica: "Fate i test a costo di farvi cacciare dalle mogli"

Carlo Renda
·1 minuto per la lettura
Prostitute at Atlantica avenue in copacabana beach at night, Rio de Janeiro (Photo: FernandoQuevedo via Getty Images)
Prostitute at Atlantica avenue in copacabana beach at night, Rio de Janeiro (Photo: FernandoQuevedo via Getty Images)

Una donna di origine peruviana è risultata positiva al Covid 19 ed è stata ricoverata nell’ospedale di Foligno (Perugia), dopo essere stata per 15 giorni a Modica, nel Ragusano. La donna fa la escort e aveva preso in affitto un monolocale per il ricevimento di diversi clienti su appuntamento. Poi la donna si era trasferita in Umbria, dove si è sentita male. I medici stanno ricostruendo tutti i suoi movimenti, a cominciare dai mezzi di trasporto utilizzati per raggiungere l’Umbria. La donna avrebbe preso l’autobus per Catania e quindi il treno fino a Foligno.

“Se qualcuno a Modica avesse il sospetto di essere venuto a contatto con la donna - si sottolinea dall’Azienda sanitaria provinciale - è obbligato a segnalarlo all’Asp di Ragusa per essere sottoposto a tutti gli accertamenti del caso al fine di evitare ulteriori e potenziali contagi”.

Il sindaco di Modica Ignazio Abate è preoccupato: “Due o tre clienti al giorno per 10 giorni fanno 20-25 venti persone che possono aver contratto il virus e averne contagiate altre a casa o al bar. Il mio appello è rivolto a chi ha avuto rapporti con quella donna: andate a fare i test. Anche a costo di essere messi alla porta dalle mogli”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.