Esericito, in funzione il reparto sicurezza cibernetica -2-

Red/Gca

Roma, 30 giu. (askanews) - Inoltre stato di particolare interesse l'illustrazione di metodologie quali l'Information Collection, per l'analisi delle attivit di ricerca informativa a supporto della rispettiva cellula e il Cyber Command Staff & Forensic Operations, per le attivit cyber a supporto della pianificazione di operazioni militari cibernetiche e di operazioni militari tradizionali, con effetti nel cyberspace. Sono state altres mostrate attivit sperimentali che prevedono l'applicazione di componenti tecnologiche capaci di svolgere funzioni innovative e sofisticate, come ad esempio l'esfiltrazione di informazioni tra sistemi isolati/reti informatiche chiuse (ovvero in condizioni di Air Gapping), o l'impiego di dispositivi informatici che agiscono direttamente su piattaforme o sistemi d'arma ("Cyber-IED").

"Oggi sono rimasto piacevolmente colpito nel visitare il Reparto Sicurezza Cibernetica, unit dell'Esercito Italiano costituita ad aprile 2019, che ha raggiunto la "Full Operational Capability". In virt della delega per la trattazione della materia cibernetica, continuo a seguire con impegno e interesse ogni singola attivit nell'ambito del Dicastero. Ogni singola Forza Armata, in armonia con lo Stato Maggiore della Difesa, sta continuando a portare avanti senza sosta un lavoro specifico e articolato riguardante la trattazione del dominio cibernetico del Dicastero che vede oggi nel Comando per le Operazioni in Rete la sua stella polare", ha commentato il Sottosegretario Tofalo a margine dell'attivit.

(segue)