Esplode cisterna di gas: strage su una strada ad ovest del Messico

·1 minuto per la lettura
autocisterna esplosa messico
autocisterna esplosa messico

In Messico, su un’autostrada situata sull costa ovest dell’Oceano Pacifico, un’autocisterna è esplosa, causando la morte di 13 persone. Secondo i primi rilevamenti, pare che il conducente abbia perso il controllo del mezzo pesante, e una volta uscito dalla carreggiata, abbia preso fuoco, coinvolgendo tutte le vetture nelle vicinanze. Anche il Messico supera il milione di contagi covid.

Messico, esplosa un’autocisterna

Un’autocisterna da rimorchio che trasportava gas naturale liquefatto, nella serata di lunedì 16 novembre è esplosa in Messico. Il mezzo pesante stava percorrendo l’autostrada dello Stato di Nayarit, sulla costa dell’Oceano Pacifico situata ad ovest del Paese.

Secondo i primi rilevamenti e secondo quanto riporta la Abc News, pare che il conducente del mezzzo avesse perso momentaneamente il controllo, finendo fuori carreggiata, ribaltandosi. Nell’esplosione, sono morte 13 persone (conducente compreso). Tutte le vittime sono state ritrovate carbonizzate all’interno delle loro vetture.

VIDEO - Esplode autocisterna, la nube nera è impressionante

Messico supera il milione di positivi

Per quanto concerne la situazione covid nel Paese, attualmente il Messico ha superato il milione di contagi. Secondo i dati rilasciati dal Ministero della Salute, sarebbero 1,o1 milioni i contagiati. Si attestano a quasi 99mila i decessi, ma sale a 754mila il dato delle guarigioni.

In data lunedì 16 novembre, si registrano 2.874 nuovi casi, di cui 319 morti. Per quanto riguarda la situazione sanitaria, sempre secondo le fonti del Ministero, quasi il 40% dei posti letto è occupato, mentre l’occupazione dei ventilatori meccanici scende al 27%.

VIDEO - Pisa, autocisterna prende fuoco