Esplode il caro caffè: Assoutenti stila la mappa delle città più care

aumento costo caffè
aumento costo caffè

L’aumento dei prezzi sta coinvolgendo non solo il settore energetico, ma anche quello alimentare: Assoutenti ha mappato le città in cui il caffè costa di più.

Rincaro prezzi: esplode il costo del caffè

Dopo l’aumento dei prezzi per il settore energetico, e dopo il rincaro carburante che sta portando nuovamente il costo di benzina e gasolio intorno ai 2 euro/litro, anche il settore dei generi alimentari sta vivendo un momento di forte inflazione.

In Italia è esploso il fenomeno del caro-caffè, con una tazzina di espresso che raggiunge nei bar prezzi sempre più alti, e rincari in alcuni casi doppi rispetto al 2021. Lo denuncia Assoutenti, che ha stilato la mappa ufficiale dei prezzi dell’espresso nelle principali province italiane.

Caro caffè: la mappa stilata da Assoutenti

Il prezzo medio nazionale del caffè è oggi di circa 1,10 euro contro 1,038 euro del 2021 (+5,92%), afferma Assoutenti. L’aumento più significativo spetta al Trentino Alto Adige, con i bar di Trento che vendono l’espresso consumato al banco in media a 1,25 euro. In ben 3 province dell’Emilia Romagna (Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia) l’espresso abbatte la soglia di 1,20 euro, così come in Veneto (Rovigo e Venezia), mentre a Padova e Vicenza il prezzo medio è di 1,19 euro.

Il caffè più economico d’Italia è quello servito dai bar di Messina, fermo a 0,89 euro, seguita da Napoli, città dove l’espresso è una tradizione storica, e ha un costo di 0,90 euro e da due province calabresi (Reggio Calabria e Catanzaro), a 0,92 euro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli