Esplode il tubo dell’acqua calda: 5 morti in un hotel in Russia

Esplode tubo dell'acqua Russia

Tragedia in Russia, dove nella stanza di un hotel è esploso un tubo dell’acqua calda provocando cinque morti e tre feriti. L’episodio è successo esattamente nella città di Perm nella notte tra domenica 19 e lunedì 20 gennaio 2020 presso il Mini Hotel Caramel.

Esplode un tubo dell’acqua in Russia

Ancora non è chiaro come si sia potuto verificare l’incidente, che ha avuto luogo intorno alle 4 ora locale, su cui gli inquirenti hanno aperto un caso. In particolare stanno verificando se i servizi forniti soddisfacessero i requisiti di sicurezza con investigatori forensi a disposizione per intervistare le vittime, svolgere esami e portare alla luce delle prove.

L’esplosione del tubo ha causato l’immediata fuoriuscita dell’acqua bollente sul pavimento di tutta la stanza d’hotel, che non aveva finestre e dotata di soltanto un’uscita. Cinque persone non ce l’hanno fatta data la gravità delle ustioni, mentre altre tre, ferite gravemente, sono state trasportate all’ospedale più vicino. Stando ai media locali, una di loro sarebbe in condizioni critiche.

A recarsi sulla scena, oltre a soccorritori e forze dell’ordine, vi sono statati anche Maxim Reshetnikov, il governatore di Perm e il sindaco Dmitry Samoylov. Sulla vicenda è poi intervenuto Igor Goncharov, ministro regionale preposto alla sicurezza, il quale ha riferito che l’acqua era altamente pressurizzata e che i soccorsi sono arrivati immediatamente sulla scena. Ha poi confermato il bilancio di cinque morti e tre feriti, tutti ospiti della struttura.