Esplosione in villetta a Giugliano: 2 feriti, uno gravissimo

webinfo@adnkronos.com

Un serbatoio di gpl è esploso in una villetta a Giugliano in Campania, in provincia di Napoli. Al momento dell'esplosione all'interno della casa si trovavano due persone, madre e figlio. Illesa la madre, mentre il giovane è ricoverato in condizioni gravissime nel Centro ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Ferito anche un vicino di casa, colpito dal crollo del muro divisorio tra le due abitazioni, ricoverato all'ospedale San Giuliano di Giugliano.  

Il giovane, che comunque è sveglio e cosciente, presenta ustioni profonde, prevalentemente di terzo grado, estese al 70% del corpo. Al momento è sottoposto a trattamento con antidolorifici e supporto delle funzioni vitali. 

Secondo quanto si apprende, l'esplosione sarebbe stata causata da una perdita di gas che aveva saturato la casa e l'accensione di una fiamma, forse una sigaretta, avrebbe causato lo scoppio. Il boato è stato sentito anche a grande distanza e la villetta, che si trova tra via Torre Magna e via Staffetta, in località Lago Patria, è stata "completamente sventrata", come ha spiegato il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, che sta seguendo la vicenda. 

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, gli agenti del Commissariato di Giugliano e della Polizia municipale di Giugliano, oltre ai tecnici comunali impegnati nelle verifiche.