Esplosione in provincia di Firenze, danneggiata la bottega di un falegname

·1 minuto per la lettura
Esplosione in una falegnameria a Empoli, morto il titolare di 68 anni
Esplosione in una falegnameria a Empoli, morto il titolare di 68 anni

Tragedia a Empoli, in provincia di Firenze, dove nella mattinata del 9 febbraio una violenta esplosione è avvenuta in una falegnameria sita in via Pontorme. A perdere la vita è stato il titolare 68enne dell’attività, mentre la persona ferita e attualmente ricoverata in ospedale è il figlio di quest’ultimo. Al momento non è ancora chiaro quale possa essere stata la causa della deflagrazione, anche se i primi sospetti delle forze dell’ordine giunte sul posto puntano su un malfunzionamento di un compressore.

Esplosione in una falegnameria a Empoli

Giunti subito sul luogo dell’incidente, i vigili del fuoco e il personale del 118 ha trovato purtroppo già privo di vita il titolare della falegnameria, rinvenuto sepolto sotto una catasta di legno e mobili. Il figlio dell’uomo è stato invece trovato fortunatamente soltanto ferito seppur in gravi condizioni, e di conseguenza trasportato in ospedale dov’è attualmente ricoverato.

Secondo una prima ricostruzione, a provocare l’esplosione sarebbe stato il malfunzionamento di un compressore usato dal titolare per alimentare i macchinari con cui stava lavorando. La deflagrazione ha causato ingenti danni non solo al laboratorio ma anche nella via sul quale quest’ultimo di affaccia, che è stata pertanto chiusa temporaneamente al traffico. Sul posto sono intervenuti anche gli addetti alla prevenzione e alla sicurezza sui luoghi di lavoro della Asl locale.