Esplosione su una petroliera nel Mar Rosso. Iran: “Terrorismo”

esplosione petroliera iran

L’agenzia iraniana Isna (Iran News Students Agency) riferisce di un’esplosione avvenuta su una petroliera nel Mar Rosso, a circa 100 chilometri da Gedda. Da quanto si apprende, inoltre, la deflagrazione sarebbe avvenuta al largo delle coste saudite a causa un missile. In contraddizione con ciò che era stato riferito inizialmente, “non c’è nessun incendio a bordo della nave e la nave è completamente stabile”. Il petrolio fuoriuscito dai due serbatoi danneggiati ha tinto di nero il mare limitrofo. Sarebbero avvenute due esplosioni separate a circa 60 miglia dalla costa saudita. Ma i media dell’Arabia non hanno ancora diffuso aggiornamenti. Secondo gli esperti iraniani, infine, si tratterebbe di un attacco terroristico.

Esplosione petroliera nel Mar Rosso

Stando a quanto riferisce la tv satellitare al-Jazeera, la petroliera sarebbe stata colpita un missile e l’esplosione sarebbe avvenuta al largo delle coste saudite, nel Mar Rosso. La petroliera della National Iranian Oil Company era situata a 60 miglia (circa 100 km) da Ghedda, tuttavia l’Arabia Saudita non ha ancora diffuso la notizia dell’attacco. Invece, la Nour News ha assicurato che tutti i membri dell’equipaggio che si trovavano a bordo della nave nel momento dell’esplosione sarebbero salvi. Infatti, la Nitc ha dichiarato: “Tutto l’equipaggio della nave è al sicuro e anche la nave è stabile”. La deflagrazione avrebbe danneggiato due serbatoi della petroliera e il contenuto si sarebbe riversato in mare. Secondo la compagnia petrolifera National Iranian Oil Company (NIOC), infine, si tratterebbe di un attacco terroristico.