Esplosioni a Bangkok, almeno 4 feriti

esplosioni a bangkok

E’ di almeno 4 feriti il primo bilancio delle esplosioni avvenute a Bangkok, dove si sta tenendo il vertice sulla sicurezza dell’Asean. Stando a quanto riferito dalla Polizia locale, sarebbero esplose almeno 6 bombe in diverse località. Un settimo ordigno sarebbe stato ritrovato inesploso, mentre al momento non sono ancora note le cause dell’attacco. Il primo ministro ha ordinato l’avvio di un’indagine per chiarire chi siano gli autori. Dei quattro feriti registrati al momento nessuno sarebbe in gravi condizioni.

Esplosioni a Bangkok

Le forze dell’ordine parlano di sei esplosioni in totale. Le prime due sarebbero avvenute vicino alla stazione della metropolitana, nel centro città, poco dopo le 9 del mattino. Un’altra sarebbe invece avvenuta nelle vicinanze della torre King Power Mahanakhon, un palazzo di 77 piani, uno degli edifici più alti della città. Poco dopo, la quarta esplosione, nella zona di un complesso governativo. Al momento nessuno avrebbe rivendicato la responsabilità degli attacchi. “Vorrei condannare coloro che causano la situazione che distrugge la pace e danneggia l’immagine del Paese” ha scritto su Twitter il primo ministro Prayuth Chan-ocha, che ha proseguito: “Ho incaricato i funzionari di prendersi prontamente cura della pubblica sicurezza e delle persone colpite“. Stando alle prime informazioni, due persone sarebbe state fermate.

A Bangkok il vertice Asean

Nella capitale thailandese è in corso anche il summit sulla sicurezza dell’Asean. Non è chiaro al momento se gli attacchi siano stati progettati per colpire il vertice o se fossero in qualche modo collegati alle recenti elezioni democratiche tenutesi in Thailandia. Gli analisi sostengono infatti che l’uso di piccole bombe, generalmente innocue, sia una pratica non insolita in Thailandia, dove spesso si scatenano lotte di potere tra fazioni.