"Essere fuori dall'Ue ci ha aiutato con i vaccini", dice Johnson

·1 minuto per la lettura

AGI - Sarebbe stato un "grande peccato" se il Regno Unito "avesse seguito il consiglio dei laburisti e fosse rimasto nel programma vaccinale Ue, che voleva liberarsi delle grandi case farmaceutiche e aveva attaccato la task force vaccinale". Lo ha dichiarato alla Camera dei Comuni il premier britannico, Boris Johnson.    

 "Di sicuro siamo stati in grado di utilizzare la velocità e l'agilità necessaria al nostro programma", ha aggiunto Johnson. "Credo che siamo stati in grado di fare le cose in modo differente e per certi versi migliore ma siamo all'inizio ed è molto, molto importante ricordare che questa è un'operazione internazionale, dipendiamo dai nostri amici e partner e continueremo a lavorare con loro nell'ambito dell'Unione Europea e oltre".