Estate: psichiatra, stress da rientro? Sfruttare ricordo ferie per 'resettarci'

Roma, 20 ago. (Adnkronos Salute) - Primi rientri dopo le tanto agognate ferie d'agosto, quest'anno 'mini' a causa dei morsi della crisi e quindi ancora più rimpiante da chi si accinge a riprendere a lavorare. Un lunedì che apre le porte a una settimana di ricordi malinconici, dunque, che possono sfociare, nei soggetti più predisposti, in una vera e propria condizione di stress e persino in depressione. Non cedere ai pensieri negativi e, anzi, sfruttare le ferie appena trascorse "per 'resettare' la nostra mente" è il consiglio dello psichiatra Massimo Di Giannantonio, docente di Psichiatria all'università D'Annunzio di Chieti.

"In questo periodo - dice l'esperto all'Adnkronos Salute - occorre tentare di fermare la clessidra del tempo, sfruttando il momento in cui si torna dalle vacanze e rendendolo un antagonista del ritorno al passato. La ripresa della vita di tutti i giorni, del lavoro, può essere considerata come un bivio: o si torna alle vecchie abitudini o si cerca di cambiare e di crearsi una vita tutta nuova. L'esperienza della vacanza porta con sé un bagaglio di enormi possibilità: innanzitutto quella di poter eseguire un 'set-up' della nostra mente grazie al fatto che abbiano ricaricato le batterie e abbiamo dato nuovo impulso alla nostra creatività. Abbiamo potuto riflettere su cosa ci piaceva e cosa non ci piaceva della vita pre-ferie e ora possiamo cambiare la nostra vita rivedendo i nostri rapporti, le amicizie, gli affetti".

Per lo psichiatra, dunque, complice il relax della villeggiatura che ci ha resi più rilassati e il cui effetto non svanisce subito, è davvero possibile dare una sferzata alla nostra vita, anche il 20 di agosto.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno