Estate salatissima per chi noleggia un'auto. "Colpa dei chip"

·1 minuto per la lettura
(Photo: krisanapong detraphiphat via Getty Images)
(Photo: krisanapong detraphiphat via Getty Images)

Sarà un’estate dal conto salatissimo per chi deciderà di noleggiare un’automobile in vacanza. I prezzi sono in rialzo: secondo il monitoraggio di Federconsumatori, in media, nella settimana di giugno esaminata, il noleggio di un’automobile (berlina di media grandezza a benzina) costa, senza assicurazione supplementare e costi accessori, circa 380 euro. La stessa auto, nella settimana centrale di luglio presa in esame, costa circa 737 euro, con un aumento del +84% rispetto a giugno. Ad agosto, infine, nella settimana dal 16 al 22, il costo per il noleggio ammonta mediamente a 707 euro, più 77% su giugno. “Si tratta di aumenti verso i quali non si può ‘chiudere un occhio’ talmente sono palesi - afferma ad HuffPost la vicepresidente di Federconsumatori Giovanna Capuzzo -. La nostra preoccupazione è che si cerchi di rientrare delle perdite del settore turistico sulla pelle, anzi sulle tasche del consumatore”.

Il problema non riguarda solo regioni come la Sardegna, che naturalmente attirano più turisti dediti all’autonoleggio, dato che spesso chi sceglie questa meta si reca in aereo e poi affitta una macchina. Stando al suddetto monitoraggio, i costi più elevati vengono applicati a Bari, Palermo, Catania e Olbia. I rincari maggiori rispetto a giugno ci sono nelle stazioni di Milano Centrale, Torino e all’aeroporto di Napoli a luglio (con aumenti che raggiungono il +310%). Anche rispetto allo scorso anno gli aumenti sono decisamente fuori controllo, prosegue l’associazione: ammontano in media al +45% ma con picchi del +227% se si noleggia l’auto nella settimana centrale di agosto.

Il rincaro non passa di certo inosservato, soprattutto in un anno in cui molti viaggiatori decideranno di prendere l’automobile per garantirsi il distanziamento sociale. E le lamentele iniziano a proliferare. Il pericolo è che molti rivolgano lo sguardo altrove. &l...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli