Estate, Sib: male le presenze in spiaggia

Rus

Roma, 1 ago. (askanews) - "La stagione estiva 2019 non è iniziata bene per gli imprenditori balneari" Lo dichiara Antonio Capacchione, Presidente del Sib Sindacato Italiano Balneari FIPE/Confcommercio - dopo un maggio disastroso, nei mesi di giugno e luglio le presenze in spiaggia hanno fatto registrare pesanti flessioni rispetto allo scorso anno, fino a meno 25%".

"La causa principale, oltre alla situazione economica delle famiglie, è stato il maltempo che in questi primi due mesi estivi ha colpito diverse località - continua Capacchione - tanto che alcuni stabilimenti balneari hanno subìto danni rilevanti alle proprie strutture ed attrezzature".

Si conferma la tendenza degli ultimi anni con i week-end da 'tutto esaurito' e i giorni feriali con la maggior parte degli ombrelloni chiusi, è sufficiente, poi, una previsione meteorologica errata per convincere i turisti a rimanere a casa o decidere di andare altrove. La concentrazione delle presenze solo in pochi giorni, inoltre, rende il settore balneare estremamente vulnerabile alle condizioni climatiche, aumentando notevolmente, al tempo stesso, il rischio d'impresa.(Segue)