Estate, sole e relax ma massima attenzione agli occhi

Roma, 25 lug. (askanews) - Con la professoressa Monica Varano, direttore scientifico della Fondazione Bietti, focus ad askanews sull'estate e la cura dei nostri occhi, sollecitati non solo dai raggi del sole. Parola d'ordine prevenzione:

"I raggi ultravioletti sono dannosi, come per la pelle, anche per

gli occhi. Possiamo incorrere, se non utilizziamo sufficienti

protezioni, in danni acuti ma anche cronici. Tra i danni acuti,

una esposizione prolungata senza protezione può causare una

cheratocongiuntivite attinica che accade soprattutto in presenza

di molto riverbero, ovviamente anche sulla spiaggia ed al mare.

Una patologia molto dolorosa, che porta il paziente al pronto

soccorso. Come danno cronico la luce ultravioletta può portare

alla cataratta così come per la degenerazione maculare legata

all'età c'è stata in molti studi una correlazione con una

esposizione esagerata di tipo cronico alla luce. Dobbiamo quindi

proteggerci, noi adulti ma soprattutto i bambini che hanno un

cristallino particolarmente trasparente che fa passare

maggiormente la luce, con lenti filtranti i raggi ultravioletti

secondo la normativa Cee. Oppure aiutare i bambini con cappellini

dotati di visiera".

Attenzione anche al fumo, senza esagerare in un periodo di relax

come le vacanze estive:

"Il fumo di sigarette è stato correlato a tantissime malattie

degenerative, anche dell'occhio. Il tabacco contiene molti

elementi estremamente ossidanti, ci sono report che collegano la

cataratta al fumo di sigaretta ma soprattutto questo è fattore

accertato, seconda causa dopo ovviamente l'età, per la

degenerazione maculare, la principale causa di ipovisione del

mondo occidentale sopra i 50 anni. Dobbiamo quindi ridurre

drasticamente, se non smettere, il fumo di sigarette".

Parliamo infine delle lenti a contatto, importante farne un uso corretto

per non generare problemi:

"Il maggiore gruppo a rischio, come dimostra un recente studio

statunitense, sono gli adolescenti. I danni possono andare

dall'abrasione corneale alla cheratite, all'ulcera corneale che

soprattutto se data da germi particolarmente aggressivi può

essere causa di danni irreversibili. Le cause sono un uso non

corretto, dal portarle troppe ore al giorno, dall'utilizzo della

lente in condizioni igieniche non perfette, soprattutto l'uso di

lenti scadute, l'utilizzo notturno perchè i ragazzi ci si

addormentano e spesso si risvegliano con problematiche

importanti".