Estate, un italiano su tre pensa di assicurare la casa

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 29 giu. (askanews) - Quasi un italiano su tre ha già assicurato o sta valutando quest'anno se assicurare la propria casa contro i furti prima di allontanarsi in estate dall'abitazione per una vacanza e alcuni di loro hanno deciso di farlo soltanto dopo gli effetti della pandemia.

Da un'indagine di Prima Assicurazioni commissionata a Nielsen, infatti, emerge che il 30,3% degli intervistati ha un'assicurazione per proteggersi da eventuali furti domestici o potrebbe stipulare una polizza prima di partire per le ferie. Alta anche la percentuale di chi non si è posto il problema, pari al 25,5%, mentre il 44,2% è già sicuro che non acquisterà alcuna polizza.

Le scelte variano molto a livello territoriale, con la sensibilità verso l'acquisto di una garanzia contro i furti che nelle regioni del Nord è circa il doppio rispetto al Sud.

L'indagine rivela inoltre che- seppur in modo contenuto - l'impatto del Covid19 ha influito sulle decisioni degli italiani. Considerando soltanto quelli che hanno protetto o potrebbero scegliere di proteggere la casa dai furti, infatti, il 21,1% dichiara di aver deciso di assicurarla perché dopo il lockdown ha apprezzato di più il valore della propria abitazione e l'8,9% crede che i furti possano aumentare per gli effetti sull'economia dell'emergenza pandemica. Il 64,0% spiega invece che da sempre assicura la propria casa, mentre il residuo 6,0% degli intervistati lo ha fatto o lo farà a partire da quest'anno per altre ragioni.

"Continuiamo a vedere segnali molto positivi nella ricerca di protezione e stabilità delle famiglie italiane, un bisogno che la pandemia sembra aver acuito. La riscoperta della propria casa, inoltre, ha rafforzato la consapevolezza di quanto sia importante proteggerla da eventi imprevisti", ha spiegato Giacomo Testa, Head of Analytics di Prima Assicurazioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli