Estorsione ai danni imprenditore nel foggiano, in manette 26enne

Cro-Mpd

Roma, 10 feb. (askanews) - I finanzieri del Comando Provinciale di Foggia hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, R. L., di anni 26, pregiudicato di San Severo, per tentata estorsione nei confronti di un imprenditore locale. Le indagini, che hanno portato all'identificazione e al successivo arresto del giovane, sono state condotte dai militari della Compagnia di San Severo i quali hanno intercettato la richiesta estorsiva a danno dell'imprenditore, avanzata con la minaccia concreta di un ingiusto danno, per evitare il quale avrebbe dovuto consegnare 5000 euro, in contanti, in località e luogo da concordare.

Gli investigatori hanno quasi subito individuato la cabina telefonica pubblica, ubicata a ridosso del centro cittadino della Città dei Campanili, dalla quale erano partite le telefonate estorsive all'indirizzo dell'imprenditore. E il presunto responsabile del reato. Infatti, dopo aver concentrato i servizi di osservazione nella zona circostante il posto telefonico pubblico, i militari, sono riusciti a fermare ed arrestare il responsabile mentre stava effettuando un'altra telefonata dal contenuto estorsivo a danno dell'imprenditore vessato. Il malvivente è stato tradotto, come disposto dall'Autorità Giudiziaria, presso la Casa Circondariale di Foggia e posto a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia.