Etna, nuova eruzione e record di altezza per il vulcano

·1 minuto per la lettura

Ancora un'esplosione dall'Etna. Questa mattina il vulcano è tornato a farsi sentire con un'eruzione dal cratere di nord-est che ha generato una nube di cenere alta circa sei chilometri rispetto al livello del mare. L'osservatorio etneo dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha segnalato che l'emissione di cenere sta continuando "ad intensità oscillante, alimentando una nube eruttiva diretta verso sud-est".

Con i circa 50 episodi parossistici che dal 16 febbraio 2021 hanno interessato il cratere di sud-est del vulcano, l'Etna ha incrementato la sua altezza raggiungendo i 3.357 metri sul livello del mare, rende noto l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. "Gli eventi succedutisi nel 2021 - scrive in una nota - hanno accumulato notevoli quantità di materiale piroclastico e strati di lava sul cono del cratere di sud-est, il più giovane e più attivo dei quattro crateri sommitali dell’Etna, portando ad una cospicua trasformazione della sagoma del vulcano. Il cratere di sud-est è ormai di gran lunga più alto del 'fratello maggiore', il cratere di nord-est, da 40 anni la vetta indiscussa dell’Etna".

Questo dato storico, che ha un’incertezza di 3 metri, è stato ottenuto tramite l’elaborazione di due triplette di immagini del satellite Pléiades acquisite il 13 e il 25 luglio 2021, nell’ambito della partnership internazionale Geohazard Supersites and Natural Laboratories (http://geo-gsnl.org/), permettendo di aggiornare il modello digitale della superficie dell'Etna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli