Eto'o: "Innamorato di Sarri, dai tempi di Empoli. Alla Juve non è ancora lui. Conte uguale a prima"

Antonio Parrotto

​Samuel Eto'o, ex attaccante di Inter e Barcellona, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, raccontando le sue sensazioni sulla Serie A e non solo. Il giocatore ha svelato un retroscena che risale a qualche anno fa, quando lui giocava nella Sampdoria, e si innamorò dell'Empoli di Sarri.

Samuel Eto'o

Il giocatore camerunense si è detto ammaliato dall'Empoli di Sarri e ha raccontato la sua prima volta che lo ha incontrato: "Gli ho fatto i complimenti, pensava che scherzassi. Quando vedi quei pochi allenatori che sanno giocare, come Guardiola, è un piacere e devono continuare a farlo. Sarri ora è alla ​Juventus, che ha grandi campioni e vince. ​Ronaldo è un fenomeno, ​Dybala è un altro fenomeno. Però, manca ancora qualcosa, non è ancora del tutto il suo gioco".


Eto'o ha parlato anche dell'Inter: "Dopo vari alti e bassi ha ritrovato il rispetto di sempre: sono contento, può vincere lo scudetto. Conte? Non lo trovo cambiato, mi sembra sia lo stesso rispetto all'allenatore visto con Juventus e Chelsea: ha una propria idea di calcio e vince attraverso quella. Problemi con Gasperini? No, tra noi ci fu un buon rapporto. Poi ogni mister ha la propria filosofia e prende delle decisioni che non sempre i calciatori riescono a comprendere, ma non sono sorpreso di ciò che sta facendo con l'Atalanta: è una squadra che gioca veramente bene. Detto ciò, ripeto: mi auguro che sia l'Inter a vincere il titolo".

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A!