Euro 2020, Inghilterra e il rigore: i tifosi 'riscoprono' la Brexit

·1 minuto per la lettura

La vittoria dell'Inghilterra sulla Danimarca nella semifinale di Euro 2020, e la conquista della finale contro l'Italia, infiamma i tifosi su Twitter e riaccende addirittura i riflettori su una questione datata: molti si chiedono perché la Gran Bretagna gioca gli europei dopo la Brexit. "L’Inghilterra che vince #EURO2020 quando in Europa non c’è", scrive infatti un utente. "Visto che il Regno Unito è uscito dall'Ue non dovrebbe essere consentito alla #ENG di giocare la semi finale. Vittoria a tavolino per la #DEN", si legge in un altro post.

Ma la risposta è semplice: il processo di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea non provoca alcuna ripercussione sul calcio. Gli Europei di calcio sono infatti organizzata dall’Uefa che ingloba tutte le federazioni calcistiche d’Europa più quelle di alcuni Paesi che non sono prettamente europei. Le Nazioni britanniche - Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord - geograficamente sono europee e possono quindi continuare a partecipare a tutte le competizioni Uefa che non richiedono l’obbligo dell’adesione all’Ue.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli