Euro 2020, Orietta Berti contro gli inglesi: frecciatina alla Regina

·2 minuto per la lettura
Orietta Berti (Ig stories)
Orietta Berti (Ig stories)

Anche Orietta Berti ha voluto dire la sua sulla finale degli Europei 2020 che hanno visto trionfare gli azzurri di Roberto Mancini.

In un’intervista rilasciata a "La Stampa" la cantante, sulla cresta dell’onda dopo "Mille", l’ultimo successo in collaborazione con Fedez e Achille Lauro, si è detta felice per la rivincita presa sugli inglesi che, a suo dire, hanno dimostrato un “atteggiamento altezzoso”.

"Abbiamo vinto, grazie al nostro portierone Gigio Donnaruma che ha fatto parate meravigliose, soprattutto quella che ha sancito la nostra vittoria. Una grande soddisfazione per tutti gli italiani”, ha fatto sapere la cantante prima di analizzare la finale giocata a Wembley.

GUARDA ANCHE: Euro 2020, Italia campione d’Europa: continua la tempesta di meme sul web

“Gli inglesi, va detto, sono molto più agili; sono più atleti ma picchiano anche: a volte anzi sono mastini più che giocatori. Quando gli inglesi facevano fallo sui nostri, l’arbitro faceva finta di niente. Sono stati agevolati, nel loro Paese, con il loro pubblico al fianco. Io avevo paura dell’arbitro: questa volta è stato ni”, ha descritto la 78enne prima di dare una propria classifica degli azzurri, “Mi sono piaciuti Chiesa, veramente bravo, e Chiellini e Bonucci. Per non parlare di Donnarumma, il gigante in porta: mezza partita l’ha vinta lui. Ma se l’Italia ha vinto è perché tutta la squadra si è data da fare”.

La Berti ha anche lanciato una frecciatina alla stessa Regina Elisabetta: “Hai visto cosa succede se si fischia contro il nostro inno nazionale cara Lilibeth?”, ha scritto la cantante in una Instagram Story riferendosi ai fischi dei tifosi inglesi durante l’inno nazionale nella finale di Euro 2020.

GUARDA ANCHE: Orietta Berti, Fedez, Achille Lauro e il tutorial del balletto di 'Mille'

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli