Euro 2020, William: "Cuore a pezzi, ma testa alta". La sconfitta in tribuna con il principe George

·2 minuto per la lettura
Britain's Catherine (L), Duchess of Cambridge, Prince George of Cambridge (C), and Britain's Prince William (R), Duke of Cambridge, are seen during the UEFA EURO 2020 final football match between Italy and England at the Wembley Stadium in London on July 11, 2021. (Photo by Frank Augstein / POOL / AFP) (Photo by FRANK AUGSTEIN/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: FRANK AUGSTEIN via Getty Images)
Britain's Catherine (L), Duchess of Cambridge, Prince George of Cambridge (C), and Britain's Prince William (R), Duke of Cambridge, are seen during the UEFA EURO 2020 final football match between Italy and England at the Wembley Stadium in London on July 11, 2021. (Photo by Frank Augstein / POOL / AFP) (Photo by FRANK AUGSTEIN/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: FRANK AUGSTEIN via Getty Images)
Prince William (R), Duke of Cambridge, and Catherine, Duchess of Cambridge, take their seats ahead of the UEFA EURO 2020 final football match between Italy and England at the Wembley Stadium in London on July 11, 2021. (Photo by JOHN SIBLEY / POOL / AFP) (Photo by JOHN SIBLEY/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: JOHN SIBLEY via Getty Images)
Prince William (R), Duke of Cambridge, and Catherine, Duchess of Cambridge, take their seats ahead of the UEFA EURO 2020 final football match between Italy and England at the Wembley Stadium in London on July 11, 2021. (Photo by JOHN SIBLEY / POOL / AFP) (Photo by JOHN SIBLEY/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: JOHN SIBLEY via Getty Images)

Un epilogo che “spezza il cuore”. Così il principe William, presidente d’onore della Federcalcio inglese (Fa) e secondo in linea di successione al trono britannico, commenta desolato la sconfitta in casa dell’Inghilterra a Wembley nella finale degli Europei con l’Italia: finale ha cui ha assistito con la consorte Kate e il primogenito George in tribuna, divenuto simbolo di delusione con il suo volto da bambino rattristato dopo il rigore decisivo. “Abbiamo il cuore spezzato, ma voi potete tenere la testa alta ed essere orgogliosi” di ciò che avete fatto, twitta il duca di Cambridge direttamente ai Bianchi di Gareth Southgate.

Il Principe William era in prima fila, nel duplice ruolo di rappresentante della Famiglia Reale e presidente onorario della Federcalcio inglese. Al suo fianco la moglie Kate, reduce dalla finale di Wimbledon tra Novak Djokovic e Matteo Berrettini, e il primogenito George, terzo in linea di successione al trono.

Prince William (R), Duke of Cambridge, and Catherine, Duchess of Cambridge, take their seats ahead of the UEFA EURO 2020 final football match between Italy and England at the Wembley Stadium in London on July 11, 2021. (Photo by JOHN SIBLEY / POOL / AFP) (Photo by JOHN SIBLEY/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: JOHN SIBLEY via Getty Images)
Prince William (R), Duke of Cambridge, and Catherine, Duchess of Cambridge, take their seats ahead of the UEFA EURO 2020 final football match between Italy and England at the Wembley Stadium in London on July 11, 2021. (Photo by JOHN SIBLEY / POOL / AFP) (Photo by JOHN SIBLEY/POOL/AFP via Getty Images) (Photo: JOHN SIBLEY via Getty Images)

Le teste coronate dei Duchi di Cambridge non erano gli unici vip allo stadio. Nel parterre de rois a Wembley per la finale di Euro 2020 c’erano Tom Cruise, David Beckham, Kate Moss, e ancora le autorità politiche, come il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e il Premier Boris Johnson, eSiparietto fuori dal rigido protocollo istituzionale, quando - prima della partita Johnson si è avvicinato a Mattarella salutandolo in italiano per augurargli “Forza Italia!”. L’attore americano Cruise è seduto non distante da David Beckham con cui si scambia un saluto di festeggiamento al gol inglese. Dietro siede un altro n.7 della storia del calcio, Luis Figo.

Tra gli alti dirigenti sportivi presenti sulle tribune dello stadio londinese, oltre al presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, organizzatore del torneo, c’è anche il presidente della Fifa Gianni Infantino, arrivato direttamente dal Brasile, dove la scorsa notte ha assistito alla finale di Coppa sudamericana, vinta dall’Argentina. Non distante, ospite d’onore della Fa, anche Sir Geoff Hurst, in rappresentanza degli eroi mondiali del ’66.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli