Euro digitale, Bce cerca di placare timori Germania

·1 minuto per la lettura
Enorme logo dell'euro davanti alla sede della Banca centrale europea a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea ha cercato di dissipare i dubbi della Germania sul lancio di un euro digitale, affermando che questa forma di denaro elettronico non verrà utilizzata per penalizzare i risparmiatori o per mettere in crisi le banche.

La Bce sta considerando il lancio, entro i prossimi cinque anni, di una versione digitale dell'euro per arginare la concorrenza delle criptovalute come il Bitcoin e delle stablecoin come Diem proposto da Facebook, che hanno come sottostante valute ufficiali.

Tuttavia, la Banca centrale ha incontrato opposizione in Germania, dove il principale azionista della Bce, la Bundesbank, ha avuto una reazione tiepida al progetto e dove la popolare rivista Focus ha scritto che un euro digitale sarebbe "una catastrofe per i risparmiatori".

In un editoriale sul quotidiano conservatore Frankfurter Allgemeine Zeitung, il membro del consiglio della Bce Fabio Panetta e il funzionario Ulrich Bindseil hanno chiarito che l'euro digitale non sostituirà il denaro fisico.

"La Bce non intende assolutamente utilizzare un euro digitale per imporre tassi di interesse significativamente più negativi", hanno detto nell'articolo Panetta e Bindseil. "Finché ci sarà denaro contante, potrà sempre essere detenuto a un tasso di interesse dello zero percento".