+Europa: gravissimo se militari russi in italia con scusa covid-19

Pol/Bac

Roma, 25 mar. (askanews) - "Se le ricostruzioni giornalistiche sono precise e veritiere vorrebbe dire che il Presidente Conte ha accettato l'aiuto, offerto dal Presidente Putin, non di medici civili, ma di un contingente militare composto da esperti in guerra batteriologica, libero di muoversi in Italia con propri mezzi e attrezzature. Non ci troveremmo insomma di fronte a una forma di cooperazione in campo sanitario, ma a un atto di subordinazione politica dell'Italia nei confronti della Russia". Lo afferma in una nota la presidente di Più Europa, Simona Viola. "Non occorre essere esperti di questioni strategiche - quali il Presidente Conte e il Ministro Di Maio certamente non sono - per comprendere che la semplice presenza di mezzi e uomini di un esercito non alleato è oggi un fatto di gravità politica assoluta, di cui peraltro non si comprende l'utilità sul piano sanitario, non trattandosi, da quanto è dato di sapere, di personale che lavorerà negli ospedali del nostro paese", conclude la presidente di Più Europa.