In Europa Mazda a tutto Suv, in arrivo CX-60 e CX-80 e un rotativo per il CX-30

·1 minuto per la lettura

I suv sono un segmento sempre più fondamentale del mercato automobilistico: così Mazda 'raddoppia' la sua offerta annunciando l’intenzione di ampliare la propria offerta in questo segmento a partire dal 2022. Infatti nei prossimi due anni verranno introdotti in tutta Europa due nuovi modelli appartenenti ai prodotti di taglia grande del marchio, la Mazda CX-60 e la Mazda CX-80 mentre negli Stati Uniti e in alcuni altri mercati non europei, verranno lanciati i nuovi modelli CX-70 e CX-90, e la CX-50 realizzata sulla piattaforma più piccola.

I nuovi modelli 'europei' saranno dotati rispettivamente di due e di tre file di sedili e apriranno la strada in Europa all'introduzione dei modelli ibridi plug-in con motori 4 cilindri in linea a benzina abbinati a un motore elettrico. Ma l'offerta prevede anche un benzina Skyactiv-X a sei cilindri in linea di nuova generazione e il motore diesel Skyactiv-D, entrambi in combinazione con un sistema ibrido leggero da 48 V, in grado di offrire elevata potenza con eccellenti prestazioni ambientali.

Ma il processo di elettrificazione del brand giapponese prevede anche nella prima metà del 2022, la commercializzazione di una nuova versione del primo modello 100% elettrico, la MX-30, con l'introduzione dell’esclusivo motore rotativo Mazda come generatore di energia elettrica per estendere la carica della batteria. Infine a partire dal 2025 circa, la Casa giapponese introdurrà una serie di nuovi prodotti su una piattaforma inedita, specifica per i veicoli elettrici: un pro esso che dovrebbe rafforzare l'obiettivo di offrire la totale elettrificazione dell' intera gamma Mazda entro il 2030.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli