Europarlamento avverte: non approveremo bilancio Ue al ribasso

Loc

Bruxelles, 12 feb. (askanews) - Il Parlamento europeo non approverà un quadro di bilancio pluriennale per l'Ue, per il periodo 2021-2027 al ribasso, senza risorse aggiuntive per compensare l'uscita del Regno Unito, finanziare il programma strategico della Commissione, basato sul "Green Deal" della transizione ecologica e climatica, sulla capacità di governare l'innovazione dell'economia digitale, sul rafforzamento geopolitico dell'Europa nel mondo, e mantenere le politiche tradizionali della coesione e del sostengo all'agricoltura.

Lo hanno affermato gli eurodeputati di quasi tutti i gruppi, con l'esclusione solo del gruppo conservatore Ecr (in cui siedono gli eletti di Fdi) e di quello dell'estrema destra nazionalista Id (che comprende la Lega), durante il dibattito sul quadro finanziario pluriennale (Qfp) svoltosi oggi in plenaria a Strasburgo, a cui ha partecipato la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen. Assente, invece, il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, perché impegnato in una serie di incontri bilaterali con i capi dei governi dei Ventisette in vista del Consiglio europeo speciale da lui convocato il 20 febbraio, a Bruxelles, proprio per cercare di far avanzare il negoziato, e concordare una posizione. Un'assenza forse necessaria, ma stigmatizzata da quasi tutti gli interventi nel dibattito. (Segue)