Europarlamento avverte: non approveremo bilancio Ue al ribasso-2

Loc

Bruxelles, 12 feb. (askanews) - Attualmente, ci sono almeno quattro diverse proposte in campo per il Qfp: la prima è quella originaria della Commissione, che corrisponde all'1,11% del reddito nazionale lordo complessivo (Rnl)dell'Ue (1.135 miliardi di euro con i prezzi del 2018); una cifra che coincide sostanzialmente con la posizione dei cosiddetti "amici della coesione", 16 paesi del Sud e dell'Est che hanno più beneficiato in questi anni dei fondi strutturali per lo sviluppo regionale.

La seconda proposta è quella dei cosiddetti "paesi frugali" (Austria, Danimarca, Germania, Olanda, Svezia, tutti "contributori netti"), che mirano a lasciare invariate, rispetto a oggi, le risorse nazionali conferite al bilancio pluriennale, con forti tagli nelle politiche "tradizionali" (Politica agricola comune e Coesione) per compensare il buco da circa 12 miliardi di euro all'anno lasciato dovuto all'assenza del Regno Unito. In questo caso, il bilancio pluriennale resterebbe all'1% del Rnl dell'Ue. (Segue)