Europarlamento chiede a Ue azione decisa in lotta a disuguaglianze

Orm/red

Roma, 10 ott. (askanews) - La relazione annuale su occupazione e politiche sociali dell'Europarlamento sottolinea che la Commissione e gli Stati membri devono rafforzare i diritti dei lavoratori con proposte legislative e finanziamenti adeguati.

Secondo la relazione annuale della commissione parlamentare per l'occupazione e gli affari sociali, approvata con 422 voti favorevoli, 131 contrari e 101 astensioni, mentre il tasso di disoccupazione nell'area euro ha toccato il minimo storico del 7,4% nell'agosto 2019, la disoccupazione giovanile rimane inaccettabilmente elevata e permangono grandi differenze socioeconomiche tra i paesi dell'UE. L'obiettivo di riduzione della povertà per il 2020 non sarà raggiunto, si aggiunge, lasciando l'UE con circa 113 milioni di persone a rischio di povertà e di esclusione sociale.(Segue)