Europarlamento consegna Premio Sacharov 2018 a Oleg Sentsov -2-

Loc

Strasburgo, 26 nov. (askanews) - "Sono troppi - ha sottolineato il presidente dell'Europarlamento - i difensori della libertà costretti ad avere paura di perdere la vita o di non vedere mai più la propria famiglia perché non sono disposti a conformarsi e a restare in silenzio di fronte alle violazioni dei diritti umani. I giornalisti e gli artisti vengono sempre più spesso presi di mira per aver espresso le proprie opinioni politiche. Oleg Sentsov è stato rilasciato, ma molti altri, tra cui blogger e giornalisti come Stanyslav Aseev, sono tuttora tenuti in ostaggio nell'Ucraina orientale. Chiediamo che siano liberati".

"Allo stesso modo - ha aggiunto Sassoli - chiediamo la liberazione degli altri vincitori o finalisti del premio Sacharov che sono ancora in carcere. Ricordo ad esempio Nasreen Sotoudeh (iraniana, insignita del premio nel 2012) che, dopo un precedente rilascio, quest'anno è stata nuovamente arrestata e condannata a 38 anni di detenzione. Altri, come le Damas de Blanco (il movimento cubano delle "donne in bianco", cui è stato conferito il premio nel 2005), sono tuttora oggetto di intimidazioni da parte delle autorità pubbliche. Altri ancora, come Razan Zeitouneh (siriana, vincitrice del premio nel 2011), sono scomparsi senza lasciare traccia".(Segue)