##Europarlamento contro Commissione e Consiglio su Polonia, Ungheria -2-

Loc

Bruxelles, 16 gen. (askanews) -

La procedura dell'articolo 7 prevede che uno Stato membro possa essere sottoposto a sanzioni, se il Consiglio Ue stabilisce (all'unanimità senza il paese interessato) che esiste un evidente rischio di grave violazione dei valori dell'Unione. Ma prima di arrivare a questo, il Consiglio organizza delle audizioni per ascoltare le autorità nazionali dello Stato sotto accusa.

Nella risoluzione adottata oggi gli eurodeputati lamentano che le audizioni organizzate dal Consiglio per ascoltare le autorità polacche e ungheresi (con il governo di Budapest nel settembre e nel dicembre 2019, e con le autorità di Varsavia in tre occasioni nel periodo da giugno a dicembre 2018) non sono organizzate in modo regolare, strutturato e aperto. Per questo motivo, chiedono al Consiglio di rivolgere raccomandazioni concrete ai due Stati membri, indicando i termini per la loro attuazione, al fine di assicurare il rispetto delle leggi dell'Unione.(Segue)