Europarlamento, Lega vota con Pd e M5s per Convenzione Istanbul

Loc

Bruxelles, 28 nov. (askanews) - Gli eurodeputati italiani della Lega hanno votato assieme a quelli del Pd e del M5s, oggi a Strasburgo, a favore della risoluzione che chiede a tutti gli Stati membri che non l'hanno ancora firmata (Bulgaria, Repubblica ceca, Ungheria, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Lettonia, Slovacchia e Regno Unito) di aderire alla Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne. Hanno votato contro la risoluzione invece tutti gli europarlamentari di Fratelli d'Italia presenti Carlo Fidanza, Pietro Fiocchi, Nicola Procaccini e Raffaele Stancanelli.

Divisi gli eurodeputati di Forza Italia: hanno votato a favore - e secondo le indicazioni di voto del proprio gruppo, il Ppe - Antonio Tajani e Fulvio Martusciello (e anche il collega del Svp Herbert Dorfmann) mentre si sono espressi contro la risoluzione Giuseppe Milazzo e Massimiliano Salini.

La risoluzione non legislativa è stata adottata dalla plenaria oggi con 500 voti favorevoli, 91 contrari e 50 astensioni. Il testo invita il Consiglio Ue a concludere con urgenza la ratifica della Convenzione, e condanna gli attacchi e le campagne contro di essa in corso in alcuni paesi, e basati su un'interpretazione non corretta del suo contenuto.

La convenzione di Istanbul, adottata dal Consiglio d'Europa nel 2011, è entrata in vigore nel 2014 ed è stata firmata dall'UE nel giugno 2017. Si tratta del primo strumento internazionale di questo tipo: alla ratifica devono seguire norme globali e giuridicamente vincolanti per prevenire la violenza di genere, proteggere le vittime e punire i responsabili.