Più votanti anche in Italia

HuffPost

Seggi aperti fino alle 23 per l’elezione dei 73 deputati del Parlamento europeo che spettano all’Italia. Si vota anche in Piemonte per l’elezione del presidente e il rinnovo del Consiglio regionale e in 3.800 comuni per i sindaci e i Consigli comunali. 

Più votanti anche in Italia. In linea con il trend europeo. Alle 19 l’affluenza è stata del 43,7%, un punto e mezzo in più rispetto alla scorsa tornata elettorale quando votarono il 41,84% degli aventi diritto.

Mentre alle ore 12 alle europee ha votato il 16,72% degli aventi diritto, praticamente in linea con le analoghe elezioni del 2014 (16,66%). Lo rende noto il sito del ministero dell’Interno. Alle politiche del 2018 l’affluenza alle ore 12 fu del 19,4% (dato della Camera). Nel 2014 l’affluenza finale alle ore 23 fu del 58,6%. 

Alle regionali in Piemonte l’affluenza alle 19 è al 49,67, in leggero calo rispetto alle elezioni di cinque anni fa. Secondo i dati del Viminale, alle ore 19 l’affluenza dei votanti per il rinnovo dei 3.654 Comuni è stata del 55,09%.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha votato poco dopo le 9.10, all’Istituto comprensivo Giovanni XXIII-Piazzi di Palermo. La scuola si trova nei pressi della sua abitazione nel quartiere Libertà. Ai giornalisti e ai fotografi presenti ha solo fatto un cenno di saluto senza fermarsi. Subito dopo Mattarella ha fatto ritorno a casa. E oggi stesso tornerà a Roma per seguire dal Quirinale lo spoglio per le elezioni europee.

I seggi chiuderanno alle 23. Subito dopo inizierà lo spoglio delle schede partendo da quelle per le europee. Domani alle 14 inizierà quello per le Regionali e le Comunali. Anche oggi, giornata di votazione, vige il “silenzio elettorale”.

Assieme all’Italia votano oggi altri venti Paesi Ue, dopo che nei giorni scorsi si è votato in Gran Bretagna, Olanda, Irlanda, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lettonia e Malta.

Continua a leggere su HuffPost