Europee, Fifpro in campo per "io voto". Tajani: assenti hanno torto

Vep

Strasburgo, 12 feb. (askanews) - "Abbiamo voluto coinvolgere grandi campioni dello sport nella campagna per avere sempre più partecipazione al voto per le elezioni europee, abbiamo bisogno di più cittadini che votino e che decidano quale politica per l'Ue. Chi usa la testa per vincere grandi sfide sportive la usa anche per scegliere chi votare. Chiediamo che le persone vadano a votare, votino chi vogliono, ma votino. Chi è assente ha sempre torto". Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani in occasione della firma all'Eurocamera di Strasburgo di un memorandum di intesa con Fifpro, l'organizzazione mondiale che rappresenta 65 mila giocatori professionisti di calcio, per favorire la partecipazione e il coinvolgimento delle persone al voto alle elezioni europee di maggio. Presenti alla firma il segretario generale Fifpro division Europe, Jonas Baer-Hoffmann, l'ex giocatore e presidente dell'Associazione calciatori italiana (Aic), Damiano Tommasi, e l'ex giocatore e presidente dell'Associazione croata Unione calcio (Huns), Dario Simic.

"Gli atleti sono prima di tutto cittadini e quindi ci chiediamo cosa possiamo fare noi per le istituzioni. Non partecipare ma criticare è uno sport molto praticato", ha sottolineato Tommasi. "Vogliamo coinvolgere con il nostro impegno non solo i tifosi, ma anche i giovani atleti che si apprestano per la prima volta a partecipare alle elezioni. Il calcio dà sempre messaggi ambigui ma questo è un messaggio chiaro: gli atleti sono cittadini e vogliono partecipare al voto". "Siete molto popolari ovunque e non solo nel vostro paese - ha concluso Tajani rivolgendosi agli atleti - ed è importante che voi affermiate pubblicamente 'io voto', è un messaggio forte per i cittadini e per coivolgere i giovani che sono spesso disillusi. Siete campioni perchè decidete con la testa".