Europee, Tajani: votare Lega o M5S uguale se Salvini non rompe

Afe

Roma, 19 mag. (askanews) - L'alleanza con i sovranisti rivendicata in piazza a Milano da Matteo Salvini "non può essere la soluzione ai problemi italiani" perché "stare con loro significa isolarsi, condannarsi all'irrilevanza, non far pesare i propri voti a vantaggio del proprio Paese". Lo dice in una intervista al 'Corriere della Sera' Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo e capolista di Forza Italia per la circoscrizione Centro.

"Noi - spiega - vogliamo cambiare l'Europa della burocrazia per far vincere la politica, e per farlo dobbiamo avere la forza: per questo siamo per un Ppe alternativo al Pse che guarda anche alla sua destra, e allo stesso Salvini, ma non su queste posizioni. Primo, perché i compagni di strada che si è scelto Salvini sono anti-italiani, sull'immigrazione, sulle politiche economiche; secondo, perché il loro estremismo - con accenti razzisti e anche antisemiti - mette a rischio i valori dell'Europa; terzo, perché solo trattando con Merkel, con Macron, e non litigando e insultando tutti, si ottengono risultati". L'obiettivo deve essere quello di mettersi "a capo dei Paesi del Sud Europa, cercando una alleanza con quelli dell'Est, dimostrandosi interlocutori seri e non facendo dichiarazioni sprovvedute".

Per quanto riguarda l'Italia, secondo Tajani, "con un risultato positivo per Fi e un calo del M5s ci saranno le condizioni per una alternativa ad un governo che ha provocato la stagnazione del Paese con politiche inefficaci e contraddittorie. Perché solo uniti sui contenuti può incidere su lavoro, crescita, pressione fiscale". Ma Salvini continua a dire che non ha alcuna intenzione di far cadere il governo. "E allora significa che votare Lega è esattamente la stessa cosa che votare M5S: non cambia nulla e nulla cambierà. Perché i numeri in Parlamento sono quelli che sono, e la Lega può anche dire che un provvedimento non la convince, ma se è costretta a vararlo, è complice".

Per Tajani, "Salvini è al governo e il suo compito è dire che il governo durerà. Ma siccome è una persona intelligente, sa bene che la sua base preferisce un'alleanza con noi ad una con il M5S, con il quale non esiste alcuna omogeneità".