Eurovision 2023 si terrà forse in Gran Bretagna. Ma l'Ucraina non ci sta

Sarà la Gran Bretagna e non l'Ucraina a ospitare il prossimo Eurovision. La guerra rende impossibile organizzare il festival nel paese del vincitore dell'edizione di quest'anno, come previsto dal concorso.

In un comunicato l'Ebu, l'associazione delle emittenti europee, si giustifica: impossibile organizzare il festival a Kiev per motivi di sicurezza.

Ma l'Ucraina non ci sta. Il ministro della Cultura e della politica dell'informazione, Oleksandr Tkachenko, ha chiesto in un post su Facebook di rivedere la decisione.

Il portavoce del governo britannico, invece, ha subito manifestato l'interesse a collaborare per portare sul palco la cultura e le tradizioni ucraine. Un modo per risarcire questo popolo già martoriato dall'invasione.

L'Eurovision è già in trattativa con la BBC mentre all'interno del Regno Unito si è aperta la gara per accaparrarsi il festival. La leader indipendentista della Scozia, Nicola Surgeon, ha già proposto di farlo a Glasgow "sulle rive del fiume Clyde".

L'Ucraina combatte contro l'invasione, ma "the show must go on".

La canzone che ha vinto Eurovision 2022:

Il secondo classificato:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli