Eurovision a Kiev: Mosca sceglie una cantante bandita dall’Ucraina

Si chiama Yulia Samoylova, ha 27 anni ed è una cantante di media fama nella federazione russa. Fino a qui tutto ok se non fosse che è stata scelta per rappresentare la Russia, all’Eurovision song contest 2017 che si terrà a maggio a Kiev; è stata scelta proprio lei, cantante bandita dal territorio ucraino per essersi esibita in Crimea dopo l’annessione da parte della Russia. “Aspettavo da tanto tempo che mi capitasse, da quando, bambina, guardavo la tv con i miei genitori” ha detto la cantante.

Ma riuscirà ad andare a Kiev all’Eurovision? La questione è ancora irrisolta e rischia di tramutarsi in una tempesta diplomatica: non è l’unica artista bandita dal territorio ucraino per esibizioni in Crimea dopo il 2014 e permetterne l’ingresso potrebbe scontentare molti dalle parti di Kiev. D’altro canto un divieto potrebbe farla diventare un’eroina nella sua patria, la Russia. Il caso è allo studio dei servizi di sicurezza ucraini che per il momento non si sbilanciano. Di certo all’Eurovision, manifestazione apolitica per statuto, stavolta, la politica è già entrata.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità