Eurovision, prefetto Rizzi: da Polizia messaggio di rispetto

featured 1608050
featured 1608050

Torino, 13 mag. (askanews) – La polizia di stato scende in campo, all’Eurovision Song Contest, nella campagna online “Vittime di odio”. All’Euro Village, al Parco Valentino di Torino, il vice capo della polizia, direttore centrale della Polizia Criminale, prefetto Vittorio Rizzi, ha incontrato giovani e studenti per trasmettere valori come la legalità e l’uguaglianza, contro la discriminazione.

“Siamo venuti all’Eurovision per parlare il linguaggio dei giovani e incontrare i tanti artisti chiedendogli un messaggio per i giovani. Per poter spiegare ai più giovani che cosa sia l’odio e come bisogna proteggerci dall’odio e non cadere nell’errore di discriminare. È un messaggio di libertà e di rispetto”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli