Eurozona, Ue taglia le previsioni di crescita economica per il 2023

La Commissione esecutiva dell'Unione europea ha tagliato le previsioni di crescita economica per il prossimo anno, affermando che i 19 Paesi che utilizzano l'Euro entreranno in recessione durante l'inverno.

Il picco dell'inflazione, infatti, si sta protraendo più a lungo del previsto, con i costi elevati di carburante e riscaldamento che erodono il potere d'acquisto dei consumatori.

"Il potenziale di ulteriore perturbazione economica dovuto alla guerra in Ucraina è tutt'altro che esaurito - dice il commissario Ue all'Economia, Paolo Gentiloni - la minaccia più grande deriva dagli sviluppi negativi sul mercato del gas e dal rischio di carenze, non tanto questo inverno ma soprattutto il prossimo".

Olivier Matthys/Copyright 2022 The AP. All rights reserved
AP Photo - Olivier Matthys/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

Il peggior rendimento del prossimo anno sarà probabilmente appannaggio della Germania, la previsione sul Pil della quale ora prevede una recessione dello 0,6% nel 2023.

L'Italia s'è desta, forse

La Commissione europea ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell’Eurozona di quest’anno al +3,2%, ma ha pesantemente tagliato la previsione sul 2023 ad un +0,3%,

Al rialzo la previsione di crescita del Pil dell’Italia, al 3,8%, ma anche qui stima ridotta nel 2023, al +0,3%,