**Eutanasia: Brescia (M5S), ora si faccia sentire Parlamento, testo in Aula 25/10**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 ott. (Adnkronos) – “Con il deposito delle firme in Cassazione si conclude uno straordinario percorso di partecipazione popolare che dimostra quanto sia sentito il tema del fine vita nel Paese. Il MoVimento 5 Stelle ha contribuito a questo percorso, anche con emendamenti che hanno agevolato la raccolta firme e permesso oggi il deposito. Ora anche il Parlamento deve farsi sentire. Il testo elaborato in commissione è atteso in aula lunedì 25 ottobre e sono sicuro che i presidenti delle commissioni competenti, Mario Perantoni e Marialucia Lorefice, lavoreranno in questa direzione". Così Giuseppe Brescia, presidente della commissione Affari Costituzionali della Camera e deputato del MoVimento 5 Stelle.

“Bisogna tenersi pronti nel caso in cui il referendum non sarà ammesso dalla Consulta. Una richiesta così forte non può cadere nel vuoto. Anche per questo l’istituto del referendum va riformato e rafforzato. Dobbiamo introdurre un tetto di firme (200 mila) per il vaglio di ammissibilità della Corte Costituzionale e un nuovo quorum approvativo, con il referendum che passa se i sì superano il 25 per cento degli aventi diritto al voto. Tutto questo è già contenuto nella riforma del referendum propositivo, già votata alla Camera e ferma al Senato. È tempo di riaprire questo dossier”, conclude Brescia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli