Eutanasia, Cappato: con referendum diamo la parola ai cittadini

·1 minuto per la lettura
featured 1287626
featured 1287626

Roma, 20 apr. (askanews) – “Dopo 15 anni di silenzio del Parlamento italiano abbiamo deciso che sull’eutanasia è tempo di dare la parola ai cittadini. Depositiamo un referendum per la legalizzazione, raccoglieremo le firme a luglio, agosto e settembre per dare finalmente l’opportunità ai cittadini italiani di decidere laddove il Parlamento italiano ha fallito nell’assumersi le proprie responsabilità”: così Marco Cappato, esponente dei radicali in piazza Cavour a Roma assieme agli altri leader dell’Associazione Luca Coscioni, di cui è tesoriere, poco prima di depositare in Corte di Cassazione il quesito del referendum per legalizzare l eutanasia in Italia.

Il quesito – elaborato da Rocco Berardo – riguarda la parziale abrogazione dell’articolo 579 del codice penale (“omicidio del consenziente”), mantenendo invece le aggravanti nel caso siano coinvolte persone fragili.