Eutanasia: Gandolfini (Family Day), "Parlamento e Governo agiscano prima di Consulta"

webinfo@adnkronos.com

"A cinque giorni dalla pronuncia delle Consulta sulla costituzionalità dell'articolo 580 del codice penale sul reato di aiuto al suicidio, il Parlamento e il Governo non sono ancora intervenuti per scongiurare che in Italia venga di fatto depenalizzato il suicidio assistito e l’eutanasia attiva, sebbene nel 2017 veniva approvata la legge sulle cosiddette Dat che introducono l’eutanasia passiva con la sospensione di alimentazione e idratazione". E' quanto ricorda Massimo Gandolfini, leader del Family Day. 

"Lanciamo un nuovo appello al Parlamento, perché ribadisca la condizione attuale, non lasciando spazio né pratico né culturale all’idea che ci sono condizioni per le quali la vita può essere violata - sottolinea Gandolfini - Sarebbe un’ulteriore passo verso quell’abbandono terapeutico dei malati che purtroppo già è possibile osservare nelle strutture sanitarie italiane".